Questo sito web usa i cookie. I cookie aiutano il sito a fornire servizi di qualità: navigando sul sito accetti il loro utilizzo.

Un'ottima cucina tipica siciliana con rivisitazioni creative e contaminazioni toscane. Interesante la carta dei vini e gentilissimo lo chef Carlo Lo Grande. Consigliamo di prenotare per avere posto nel giardino retrostante.

Il ristorante La Norma è un locale di cucina prevalentemente siciliana, rivisitata in chiave creativa e con quale tocco di toscanità, nel quale lo chef Carlo Lo Grande, di Enna, ha saputo creare un vero angolo di Sicilia all'inerno delle mura di Lucca.

I piatti sono poi accompagnati da una buona carta dei vini, molti anche siciliani: per la nostra cena abbiamo preso in realtà uno champagne (Veuve Pelletier et Fils brut) ma tornerò, come promesso a Carlo (che entra subito in confidenza con i suoi ospiti andando ai tavoli a parlare delle proprie creazioni), per una degustazione di secondi piatti i vini della sua bellissima isola.

Siamo partiti con un antipasto misto selezionato dallo chef, un percorso di cinque miniportate che vi illustriamo di seguito.

Stracciatella di bufala su base calda di pistacchio e granita di pomodorino.

Triglia con vongola e pomodorino confit.

Fonduta di pecorino con patata e nero di seppia: da urlo.

Caponata siciliana di melanzana con mandorle, molto saporita.

Ultima delle cinque: la patata ripiena con uovo di quaglia e tartufo. Deliziosa.

Siamo poi passati alla pasta: spaghetto alla norma e tagliatella all'arancia Campofilone con gamberi e pistacchio.

Per il dessert ci siamo fidati ancora una volta dello chef: trittico composto da mini cannolo siciliano, bignè al pistacchio e mousse di cioccolata.

Il conto è stato di 99 euro in due persone comprensivo di coperto, acqua, bottiglia di champagne, un caffè e due bicchierini di zibibbo siciliano offertoci sul dessert.

Il ristorante La Norma si trova in via San Nicolao, n. 26 (telefono: 0583.1681166 - Sito internet: www.ristorantelanorma.it - Pagina Facebook).

(Il Conte in Toscana, 12 settembre 2016. Scopri I Ristoranti del Conte)

RIPRODUZIONE RISERVATA