Questo sito web usa i cookie. I cookie aiutano il sito a fornire servizi di qualità: navigando sul sito accetti il loro utilizzo.

cucina gourmetVi racconto le 5 regole che seguo (da quando mi alzo la mattina fino a quando vado a letto la sera) per vivere serenamente e godermi la vita nel modo migliore che uno possa fare.

  1. ALIMENTAZIONE - Imparate a mangiare sano: il visico ne trarrà immediato beneficio e, di conseguenza, anche la mente e lo spirito. Dite che costa troppo? Vi svelo una cosa: i cibi che fanno bene al nostro organismo sono quelli meno costosi (legumi, frutta, verdura, cereali) mentre quelli che fanno - se mangiati troppo frequentemente - male sono quelli più costosi (carne, affettati, merendine, patatine e "troiai" vari come si dice in Toscana). Anziché bere tutti i giorni una birra da un euro, bevetevi una volta la settimana una buona birra artigianale. Anziché bere tutti i giorni vini da un euro, acquistate una volta al mese una bella bottiglia di Brunello di Montalcino e gustatevela con la vostra dolce metà: ne gioverete entrambi. Anziché andare a mangiare tutti i sabato sera in una trattoria da 30 euro a persona mettete quei soldi da parte e andate una o due volte in ristoranti da 50/60 euro a persona: non che tutti i ristoranti cari siano migliori, ci mancherebbe, a volte si mangia meglio in posti da battaglia (ve ne suggerirà qualcuno anche io) ma se imparate a selezionare i locali in base alla qualità (internet in questo aiuta moltissimo) troverete dei posti fantastici e vivrete esperienze enogastronomiche meravigliose.

  2. AMBIENTE - Rispettate l'ambiente e la natura che vi circonda. Evitate di gettare dal finestrino dell'auto sigarette e cartacce come cialtroni senza cervello, mettete in pratica piccole azioni quotidiane atte a ridurre l'inquinamento (io per esempio non ho mai usato in vita mia i detersivi lavapiatti: da sempre lavo le stoviglie con l'acqua calda della cottura della pasta), trattate con gentilezza gli animali. Ricordatevi che mancare di rispetto alla natura è una mancanza di rispetto prima di tutto nei confronti di voi stessi e soprattutto dei vostri figli.

  3. APPAGARE SE STESSI - A cosa serve accumulare ricchezza se non appagate mai voi stessi? Non voglio dire che dobbiate sperperare interamente il vostro stipendio o acquistare cose inutili solo per il gusto di "spendere", ovviamente una persona intelligente mette sempre da parte qualcosa ogni mese. L'essere umano però vive anche e soprattutto di emozioni e se voi passate la vita ad andare a lavorare solo per avere a disposizione il cibo standardizzato del supermercato, la benzina per l'utilitaria con cui andate al lavoro o per comprare il biglietto per la partita di calcio della domenica non ne uscirete mai "emozionalmente vivi". Quindi: un paio di volte l'anno andate a mangiare in uno di quei ristoranti dove si spendono 100 euro a persona (ne godrete fisicamente ma anche mentalmente: ho visto piatti che sono opere d'arte...), andate una volta al mese ad una mostra d'arte (non dite che non potete permettervelo economicamente perché i cinque euro per giocare al lotto li trovate tutte le settimane e quelli sì, sono soldi buttati via), frequentate un'associazione cinematografica: insomma, cercate di appagare quelle che sono le vostre passioni personali (siano esse la musica, il teatro o qualsiasi altra cosa) e fatelo in maniera frequente. Non fatevi risucchiare dalla routine quotidiana nascondendovi dietro alla scusa dei figli piccoli, del partner geloso o della mancanza di soldi: sono solo giustificazioni fasulle dietro cui si nasconde la vostra mancanza di volontà e di coraggio.

  4. LETTURA - Lasciate perdere internet: la maggior parte delle informazioni che circolano in rete sono puttanate scritte da qualcuno che sta cercando di approfittare di voi per vendervi qualche prodotto o per guadagnare attraverso la pubblicità generata dai vostri click. Leggere significa leggere: i classici, o almeno libri che abbiamo un minimo di spessore culturale: il che non significa per forza La Divina Commedia o I promessi Sposi, vanno bene anche Italo Calvino e Kafka. Persino i racconti di Andrea Camilleri sul commissario Montalbano. Però, per piacere, non posate la vita nemmeno con la coda dell'occhio su romanzetti rosa o "libri" su come arricchirsi. Iniziate ad informarvi su attualità, economia e politica: su quotidiani affidabili come Il Sole 24 Ore, non attraverso giornaletti che vi regalano alla fermata del tram. Leggere, leggere, leggere: la lettura è l'arma fondamentale che avete nella vita per difendervi dagli altri, siano essi truffatori, politici incompetenti o imprenditori senza scrupoli. Se qualcuno nella vita vi "frega" la colpa è solo e soltanto vostra: non avete letto abbastanza.

  5. PENSARE POSITIVO - Mi sono sempre domandato a cosa serva lamentarsi. La gente si lamenta continuamente: del prezzo della benzina, delle tasse, del lavoro... di qualsiasi cosa. La domanda fondamentale da farsi è: serve a qualcosa? Che vi lamentiate o meno il prezzo della benzina resta quello, le tasse vanno comunque pagate, il vostro lavoro non cambia (a meno che, anziché lamentarvi, non mettiate in atto azioni volte a trovarne uno migliore, per esempio inviando curriculum a potenziali datori di lavoro o cercando di sviluppare in proprio una personale idea imprenditoriale). Lamentarsi non ha nessuna utilità: non risolve niente e, anzi, peggiora le cose perché aumenta attorno a voi ansia e stress e questo si ripercuote su di voi sia fisicamente che mentalmente. L'unica cosa da fare quindi è cercare il lato positivo in ogni cosa e, se non c'è, pensare ad altro.

(Il Conte in Toscana)


Si avvisa il lettore che quanto pubblicato sul sito www.ilconteintoscana.it è frutto di libere interpretazioni amatoriali ed ha pertanto puro scopo narrativo non intendendo sostituire in alcun modo pareri medici e/o di professionisti del settore che sono gli unici a poter garantire corrette indicazioni alimentari, dietetiche e/o terapeutiche. In nessun caso gli autori dei contenuti pubblicati su www.ilconteintoscana.it possono in alcun modo ritenersi responsabili per qualsiasi eventuale danno anche solo collegabile all'uso di tali contenuti. In nessun caso garantiamo la correttezza delle informazioni contenute sul sito né l'assenza di errori.

SEGUI IL CONTE SU FACEBOOK