Questo sito web usa i cookie. I cookie aiutano il sito a fornire servizi di qualità: navigando sul sito accetti il loro utilizzo.

FirenzeAlla scoperta di una città ricca d'arte e del suo territorio fatto di borghi, castelli, paesaggi unici e bellezze naturali: una meravigliosa terra di cultura.

Firenze si trova adagiata al centro di una conca ad anfiteatro in una posizione scenografica, circondata da una ghirlanda di incantevoli colline. La piana dove sorge la città è attraversata dal medio corso dell’Arno. Si trova al centro di un paesaggio dolcissimo: il tono della campagna fiorentina è dato da due colori, il grigio argenteo dell’ulivo e il verde cupo del cipresso. I colli sono inghirlandati di paesi ridenti che non si finisce mai di scoprire e di godere. Intorno alla città potremo scoprire la collina di Bellosguardo con i suoi superbi panorami, la Certosa del Galluzzo abitata da un gruppo di monaci Benedettini Circestensi (dove sono conservate rilevanti opere d’arte del Pontormo e dei Della Robbia), l’Impruneta e ancora la celebre e affascinante Fiesole.

Sulla strada che va in direzione di Pistoia troviamo la regina delle ville medicee: Poggio a Caiano. Sulla strada per Bologna troviamo invece Villa Demidof a Pratolino. La città di Firenze, nel suo complesso, può essere considerata un vero e proprio museo. Essa ci sorprende per la concentrazione altissima, nel suo centro storico, di un enorme patrimonio in termini di monumenti, testimonianze storiche, opere d’arte, collezioni scientifiche e zone naturalistiche straordinarie. E le bellezze naturali e artistiche della città si estendono anche alla provincia.

La città, capitale d’Italia dal 1865 al 1871, è ovunque caratterizzata da quello straordinario sviluppo letterario, artistico e scientifico che ebbe luogo nel XIV-XVI secolo. I suoi palazzi, le chiese, i monumenti, le vie conservano il ricordo di un periodo straordinario, quando la città divenne uno dei più importanti centri di rinascita della cultura mondiale grazie ai suoi grandi uomini, artisti, pensatori, architetti, letterati, scienziati conosciuti in tutto il mondo. Importante centro universitario e patrimonio dell’umanità Unesco, Firenze è considerata il luogo d’origine del Rinascimento ed è universalmente riconosciuta come una delle culle dell’arte, nonché rinomata come una delle più belle città del mondo grazie ai suoi monumenti e musei tra cui il Duomo, Santa Croce, la Galleria degli Uffizi, Ponte Vecchio, Piazza della Signoria e Palazzo Pitti e, dal 24 giugno 2014, il Museo Novecento.

A nord, lungo la valle del Sieve, si estende l’ampia conca del Mugello, un territorio che si trova a cavallo dello spartiacque appenninico. Una terra ricca di storia, animata da borghi, ville medicee (splendida quella di Cafaggiolo) e castelli (stupendo quello mediceo di Trebbio), di testimonianze artistiche e soprattutto terra che presenta ambienti diversi. Fa da sfondo al Mugello l’Appennino verso cui risalgono numerose strade dirette in Emilia. Vi troviamo centri importanti come Pontassieve, Vicchio, Borgo San Lorenzo, Scarperia, Marradi, Firenzuola. E’ la meta ideale per trascorrervi vacanze all’insegna della buona cucina e per compiere escursioni naturalistiche in un paesaggio ancora in parte selvaggio. Al di là dell’Arno, dopo Pontassieve, il territorio s’innalza dolcemente verso il Pratomagno. Proseguendo, ad oltre mille metri di altezza, arriviamo al Passo della Consuma coronata da praterie smaglianti e da fitte abetaie. Il luogo offre passeggiate e panorami incantevoli sulla vallata di Firenze e sul Casentino. Da qui è possibile arrivare alla foresta di Vallombrosa dove si trova la celeberrima Abbazia. I due poli religiosi di Camaldoli e La Verna sono meta di turisti, come il resto dell’area, per le importanti aree protette e per numerosi sentieri escursionistici.

A est di Firenze l’Arno scende dall’ampia vallata di Valdarno dominata dal Pratomagno e cosparsa di ville, di castelli e di borghi. La zona è di grande interesse dal punto di vista naturalistico e paesaggistico: i boschi sono dominati da querce, castagni e faggi mentre le colline sono ricoperte da oliveti e vigneti. Il centro più notevole è Figline Valdarno.

A sud dell’Arno si trova una delle più felici zone della provincia: il Chianti Fiorentino. Rinomato in tutto il mondo per la produzione del suo ottimo vino, il territorio del Chianti è costituito da un'area collinare situata al centro della Toscana che si estende tra Firenze e Siena. Soavi colli che alternano argentei olivi a fittissimi vignetie ancora castagni, abeti, lecci. Vi si trovano borghi pittoreschi, casolari, splendide ville, castelli, rocche e romantiche pievi dove è piacevole fare una sosta per riposare. E’ il paesaggio più conosciuto della Toscana dove incontriamo i centri storici di San Casciano, Impruneta, Tavernelle Val di Pesa, Barberino Val d’Elsa, Greve in chianti, Castellina in Chianti.

A conclusione del nostro viaggio, a sud-ovest di Firenze, troviamo una zona contraddistinta da dolci colline e dal padule di Fucecchio, la più importante zona umida interna italiana che si estende a cavallo tra le province di Firenze e di Pistoia. I centri più importanti sono Lastra a Signa (centro della paglia), Montelupo Fiorentino (centro delle terrecotte), Empoli (Museo del vetro), Cerreto Guidi, Vinci (dove si trova il Museo Vinciano) e Fucecchio, l’ultimo centro sull’Arno. In Val d’Elsa il territorio è caratterizzato da due fiumi, l'Arno a nord, e l'Elsa a sud, uno dei suoi principali affluenti. I maggiori centri sono Castelfiorentino e Certaldo, dove visse Boccaccio.

(Il Conte in Toscana, 2 ottobre 2016)


SEGUI IL CONTE SU FACEBOOK